Servizio residenziale terapeutico-riabilitativo a media intensità per minori

Il servizio residenziale accoglie 25 ospiti, in età evolutiva, con disturbi del neurosviluppo e disabilità complessa che necessitano di un programma individualizzato di presa in carico terapeutico-riabilitativa, in seguito alla mancata efficacia di interventi realizzati in ambito territoriale, semiresidenziale e in relazione al contesto familiare. Il servizio è attivo dalla domenica alle ore 20.00 al sabato alle ore 13.00 per 270 giorni annui.

Lo staff

Lo staff è organizzato in un’Equipe Multidisciplinare composta da: Neuropsichiatra Infantile, Medico, Fisiatra, Psicologo, Infermiere Professionale, Educatore Professionale, Terapisti della Riabilitazione, Docenti della Scuola Primaria interna, OSS, ASA.

 

Modalità di accesso

L’accesso alla struttura avviene previa analisi della richiesta scritta di inserimento che deve essere effettuata dai Servizi di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza di ASST o IRCSS pubblici o privati accreditati. L’analisi della richiesta terrà conto della possibilità di accesso relativamente alla congruità tra le caratteristiche cliniche del minore e il gruppo di minori già presenti in struttura e la possibilità di fornire un’ adeguata presa in carico. L’accesso avviene con impegnativa. Non è prevista nessuna compartecipazione economica da parte della famiglia.

Modalità di presa in carico

La presa in carico residenziale prevede un approccio globale complessivo ed integrato misurato sulla persona nella sua unitarietà. Tale approccio multidimensionale è volto a sostenere il soggetto in età evolutiva nello sviluppo, promozione e consolidamento del suo funzionamento adattivo nei diversi contesti di vita. Il Progetto Abilitativo – Terapeutico viene costruito dall’Equipe Multidisciplinare attraverso la formulazione di un Progetto di Vita partendo da:
1. Valutazione funzionale delle abilità acquisite, emergenti e non ancora acquisite
2. Definizione dei punti di forza e e delle fragilità specifiche nelle differenti aree di sviluppo
3. Predisposizione di un programma di intervento individualizzato/personalizzato e integrato Le aree indagate per definire il programma e garantire il raggiungimento di un’adeguata Qualità di Vita, sono: Benessere Materiale, Benessere Fisico, Benessere Emozionale, Diritti, Relazioni Interpersonali, Sviluppo Personale, Autodeterminazione, Inclusione Sociale.

La presa in carico viene quotidianamente realizzata attraverso:
– Interventi Educativi
– Interventi Riabilitativi (Logopedia, fisioterapia, Neuropsicomotricità)
– Intervento Medico-Farmacologico
– Laboratori: senso-percettivo, sonoro-ritmico, arte, terapia,  comunicazione corporea, ludico-sportivo, cucina
– Acquaticità
– Ippoterapia

Gli ambienti

Il progetto di vita è garantito anche attraverso i seguenti ambienti : saloni educativi forniti di materiale per le diverse attività, spazi laboratoriali, spazi dedicati all’attività motoria e sportiva, palestra, camere da letto singole o a più posti personalizzabili in base alle esigenza di ciascun bambino, refettori e cucina ambulatori medici e per le terapie riabilitative, infermeria, lavanderia, servizi igienici attrezzati e assistiti, spazi esterni adeguatamente attrezzati e arredati.

Formazione

La formazione del personale è intesa in senso ampio e si concretizza attraverso la possibilità di fruire di eventi specifici finalizzati all’acquisizione di nuovi modelli e metodologie di interventi educativi- abilitativi- riabilitativi.

Contatti

pst@idr-istitutoangelocustode.it
medico@idr-istitutoangelocustode.it

Istituto di riabilitazione Angelo Custode

Cura e assiste persone in età evolutiva affette da disturbi del neurosviluppo e disabilità complessa.

Scopri